Per un blogroll più terso

Nell’altro blog che gestisco c’è un breve blogroll che cerca di essere utile al visitatore e coerente con la strategia di comunicazione del blog stesso. Quindi al massimo una quindicina di link, perché oltre non verrebbero letti. Solo link a siti significativi, che qualifichino di ritorno il blog. Nessun link di cortesia, nessuno scambio per intenderci.

Se dovessi mettere anche link di cortesia, saluti e favori, non basterebbero due metri di sito. Dovrei mettere:

  • i siti personali degli oltre venti autori: 20
  • i siti professionali degli stessi, di dove lavorano e delle iniziative di cui fan parte: 20-30
  • i siti dei loro mariti/mogli/figli/figlie: almeno 15
  • i siti dei commentatori più assidui/amati/odiati: 20
  • i siti degli ex/futuri/aspiranti membri del blog: 30
  • i siti di quelli che parlano del blog: 40
  • i siti che hanno un link al blog: 200 e oltre
  • le blogdirectory, gli aggregatori, i pastrugni: 10

Naturalmente qui queste regole non valgono: link a tutti, un po’ a casaccio, un po’ per restituire favori.

Upgrading to wordpress 2.01

Remember that large wordpress installation? It was time to update to wordpress 2.01 and the news is, it was a smooth upgrade even with a quite large database (32 Mb).

Follow the instructions on the wordpress codex verbatim and that’s it. Since I wanted to play sure with a live production site,
before the real update, I:

  • backed up files and db of the target site
  • used the backup to create a local installation on my linux laptop
  • upgraded and checked
  • backed up monsterlippa
  • upgraded monsterlippa
  • upgraded the target site
  • backed up the target site

That’s it. Most of the plugins work, except dashboard options, which is most useful if you have to deal with several authors who need howtos, announcements and troubleshooting.