Perché non ho ancora aggiornato WordPress

Aggiornamento: ormai ho WP 2.1 dappertutto, gli ultimi problemi sono stati risolti e valeva la pena aggiornare dato che a fine mese arriva WP 2.2

Il 22 gennaio è uscito WordPress 2.1, che introduce molte migliorie nelle prestazioni e nella praticità d’uso di questa piattaforma blog e CMS. Passare dalla versione 2.0.7 alla 2.1 è semplice e indolore, eppure non l’ho ancora fatto se non in certi miei ambienti sperimentali.

La spiegazione è semplice: passare a 2.1 significa modificare leggermente l’interfaccia di amministrazione per i miei utenti, e vuol dire un pochino di lavoro per me che devo controllare che tutto funzioni. Tanto vale approfittare dell’occasione per degli interventi più profondi sulla grafica del sito e sull’organizzazione dei contenuti, magari durante un passaggio da un fornitore di hosting all’altro.

Tutti motivi per rimandare e tenersi la 2.0.x , che del resto verrà mantenuta e aggiornata per la sicurezza fino al 2010 perché è entrata a far parte di Debian Etch. Oltretutto siamo già passati da 2.0.7 a 2.0.9 con degli aggiornamenti di sicurezza.

Per questoi miei progetti come Monsterlippa, Nazione Indiana o Markelo Uffenwanken sono tutti alla 2.0.9: ancora per poco, spero.

2 commenti su “Perché non ho ancora aggiornato WordPress”

  1. che vuol dire fino la 2010 sarà comunque mantenuta?
    inoltre se uno ha la 2.0.4 e vuole non tanto passare alla 2.0.9
    ma solo fare le modifche veramente essenziali; dove conviene andare a cercare una sintesi delle modifiche fondamentali dafarsi;
    chiedo perchè avendo oramai modificato la 2.0.4 non posso più fare un semplice update;
    se può inviare risposta anche alla my email, grazie

  2. Vuol dire che la branch 2.0.x riceverà aggiornamenti di sicurezza fino al 2010, ad esempio ora siamo già alla 2.0.10

    Se hai fatto modifiche consistenti ti conviene guardare su http://trac.wordpress.org/ e usare anche tu un sistema di controllo di revisione. Con Subversion il concetto che ti interessa è la “vendor branch”.

I commenti sono chiusi.