Gestire i fornitori di web hosting

Leggo tramite le discussioni di BlogBabel che svariati blogger italiani sono insoddisfatti di un fornitore di web hosting su cui tengono il loro sito. Uno per tutti: Swan, che fa capire come i rapporti tra azienda e clienti si siano ormai fortemente deteriorati.

La cosa interessante è il primo commento, dove napolux scrive che correrà subito a fare il backup, suppongo per cambiare fornitore e trasferirci il proprio sito.

Non dovrebbe essere necessario correre a fare il backup del proprio sito: il backup dovrebbe essere stato fatto regolarmente, ogni giorno, su un supporto esterno al fornitore, in modo automatico. Se non fosse così, ci si troverebbe in balia del fornitore.

Di questa vicenda infatti non mi interessa il nome del fornitore galeotto, né come si dovrebbe gestire la comunicazione coi clienti. Se un servizio funziona male e non si riesce a risolvere i problemi ragionevolmente, si cambia fornitore: per farlo bisogna avere una posizione forte, con il pieno possesso dei propri dati. Se bisogna affannarsi a salvare una copia di tutto all’ultimo momento, forse è meglio fermarsi a riflettere.

P.S.: Mi è capitato in passato di avere problemi con il fornitore di hosting con un altro sito che gestisco, capisco qundi lo stato d’animo dei blogger coinvolti. Alla fine ho cambiato fornitore, ma al momento più adatto a me, non immediatamente sull’onda dell’insoddisfazione.