Scroogled in italiano

Datemi due righe scritte dall’uomo più onesto, e io vi troverò di che impiccarlo.

Cardinale Richelieu

Su di voi non sappiamo abbastanza.
Eric Schmidt, CEO di Google

E’ stato finalmente tradotto in italiano da Collane di Ruggine il racconto di Cory Doctorow Scroogled.
Una seconda traduzione parallela l’ha fatta Decio Biavati, come si scopre da una delle traduttrici

Il racconto è uscito inizialmente su Radar

Via Nazione Indiana

E’ nato stacktrace.it

Ha aperto ieri Stacktrace, una nuova pubblicazione di informatica e tecnica, scritta da italiani, con articoli originali e lo scopo di sollevare l’IT nostrano alla meritata dignità artistica.
Ne dà l’annuncio Antonio Cangiano, che in un mesetto ha lavorato sodo per radunare una impressionante ed entusiasta redazione.
Stacktrace gira su Luambo, un neonato motore per blog/CMS scritto da Ludovico Magnocavallo.

La classifica di BlogBabel non misura il traffico

Oggi mi è capitato sott’occhio (tramite BlogBabel, ah ah) il post su tumblr di minimarketing sul fatto che BlogBabel misura i link, non il traffico sui blog e quindi non può stabilire che il tale blog “è tra i più letti”. La nota chiude con:

Ecco, se magari questo disclaimer lo mettessero anche in BlogBabel, i giornalisti capirebbero meglio.

Questo mi ha fatto pensare che questo la FAQ di BlogBabel c’è già da tempo questa indicazione:

La classifica aggregata. E’ la raccolta d’insieme dei blog italiani ed il nucleo da cui è nato il progetto BlogBabel. La classifica non è un indicatore di qualità, autorevolezza, diffusione: è il quadro d’insieme dei parametri analizzati da BlogBabel.

Di interesse anche il punto La classifica è attendibile?.

Forse questa informazione non è ribadita con chiarezza, magari in un luogo rapidamente raggiungibile, ma questo dipende dall’impaginazione di blogBabel che per ora non si riesce a rinnovare per mancanza di risorse.

Sembra invece che le persone in generale, e non solo i giornalisti, siano attratte dalle semplificazioni come “il più letto”, il più popolare” e così via.