Un aggiornamento su FoolDNS

Quelli di FoolDNS mi segnalano di avere modificato abbastanza a fondo il loro servizio di DNS alternativi per la privacy, di cui avevo scritto qui:

Un altro FoolDNS in meno

Una valutazione finale su FoolDNS

In sostanza hanno eliminato del tutto la somministrazione di propri banner pubblicitari in sostituzione di quelli filtrati, una cosa ottima che elimina il fastidio delle loro interferenze pubblicitarie (per quanto etiche) e semplifica la comprensione del servizio, il suo “patto con l’utente”: via la pubblicità e il tracciamento di terzi, col DNS, e basta:

contrariamente al Business Plan iniziale _non erogheremo più banner_ di alcun tipo: il plan è stato modificato e la versione Community è ora libera e non soggetta ad alcun tipo di banner. Ciò significa che NON serviremo banner di FoolDns e/o di altre aziende “etiche” ma che semplicemente oscureremo i sistemi di tracciamento. Punto.

Hano poi sviluppato un servizio a pagamento più sofisticato e, apparentemente, interessante:

Questa modifica nei nostri piani imprenditoriali ha portato alla creazione di un servizio “FoolDns Business” che fornisce alle aziende oltre al sistema anti profilazione anche e soprattutto sistemi di creazione policy di navigazione, customizzazione delle liste e reporting in linea con la normativa sulla Privacy e le Raccomandazioni del Garante: i proventi di tale servizio alimenteranno ulteriormente il servizio Community. Se desideri maggiori informazioni puoi dare un’occhiata alle pagine dedicate: http://fooldns.com/b .

Il  mio giudizio migliora leggermente, ma restano i punti critici di cui essere, come minimo, consapevoli:

  • manipolazione del traffico DNS (ovvio), anche se migliorato dall’assenza di banner;
  • profilazione (sistema DNS centralizzato vs. disegno originale  DNS decentrato e distribuito)
  • single point of failure (ma sembra che il servizio stia reggendo e scalando abbastanza bene)

Il servizio gratuito è ora pubblico in beta, ci si può iscrivere liberamente.