Notizie da una città alla deriva

Marco Belpoliti scrive su La Stampa:

Cosa succede, dunque, alla capitale morale? La risposta non è facile da dare, ma di sicuro non è più governata da una classe dirigente che si preoccupa della gente che ci vive. Pietro Colaprico, un cronista che l’ha battuta palmo a palmo, che la descrive da anni e la racconta anche nei suoi romanzi, ieri spiegava a un lettore milanese, che affranto gli ha scritto, che seppure lui non sia un vecchietto spaventato né un ragazzo della movida, ma solo un lavoratore con famiglia, ha la netta sensazione che chi dirige la città, Letizia Moratti e la sua giunta, non faccia nulla per lui e per la gente in generale. Cosa porta l’Expo, si chiede, solo litigi e alti stipendi tra i gruppi di potere. Oggi Milano è amministrato da un ceto di magnati, aristocrazia del denaro e della finanza, legata a doppio filo con un ceto di costruttori. L’ultimo successo, inaugurato qualche giorno fa, è una strada a quattro corsie, un sottopasso, che attraversa la zona della Stazione Garibaldi, dove sorgeranno i nuovi monumenti edilizi alla ricchezza meneghina, non una scuola o una biblioteca degna di questo nome.

via Nazione Indiana

Dopo anni di Debian, Ubuntu

Spinto da problemucci di Gnome sulla mia Debian Sid (unstable), ho provato una distribuzione diversa su un nuovo portatile a uso casalingo (web, posta, documenti, film, IM).

Ho iniziato con Kubuntu per provare KDE, che ho trovato bello elegante e terribilmente irritante. KDE non fa per me, mi distrae e affatica. E’ solo questione di abitudine, ma so che farei fatica a farlo usare ad altre persone abituate a OSX e Windows.

Ho installato poi Ubuntu (Desktop edition), che usa Gnome. E’ ottimo. Funziona tutto, è come una Debian testing molto più stabile e coerente. Se hai una macchina molto recente, Debian Lenny potrebbe non avere i driver dei dischi SATA, Squeeze/testing potrebbe non avere un ambiente desktop Gnome funzionante e resta Ubuntu. Cosa ho notato:

  • usare il CD alternativo (alternate install) per installare Ubuntu. E’ l’unico che permette di cifrare l’hard disk (e impedire a ladri e ficcanaso di leggerlo) e/o impostare LVM (un sistema per aggiungere facilmente dischi e partizioni).
  • configurare i repository di Medibuntu per applicazioni multimediali, codec eccetera.
  • configurare i repository noreply per installare Tor.
  • se non si ama il colore marrone, o per distinguere 2 computer, cambiare il tema del Desktop in qualcosa di blu (Glossy ad esempio) e lo sfondo con una immagine qualsiasi, ad esempio dai Gnome backgrounds.
  • sudare sarà bello, ma sudo su è molto meglio per diventare root e lavorare come al solito.
  • il Desktop si chiama Scrivania. La directory che per tutti è Desktop, in Ubuntu /home/utente/Scrivania. Dove andremo a finire.
  • Niente effetti grafici. Con pc decenti, ma schede grafiche integrate Intel è meglio.

Alla fine ho messo Ubuntu anche sulla workstation e per ora sono contento. Vedremo come vanno gli aggiornamenti da release a release. Prima o poi proverò anche la 8.04 Long Term Support, per eventuali installazioni su macchine di famiglia.

Conclusione:

  1. sui server, installare Debian Stable (Lenny, per ora)
  2. su pc desktop non recentissimi e d’uso parco e sporadico, ancora Debian Stable. Sui catorci, meglio usare LXDE come ambiente desktop invece di Gnome.
  3. su pc desktop, Ubuntu è accettabile.

PS: pare che Debian abbia deciso di modificare le scadenze delle release fornandone una questa prossima primavera e da lì una nuova ogni due anni. Era ora.

Installare stampante Epson Aculaser C1100 su Ubuntu Jaunty 9.04

Una stampante usb laser a colori di cui Ubuntu non ha driver. La soluzione richiede alien e la creazione dei .deb, ci ho messo un po’ a trovarla e la metto qui. La fonte è Marc Higgins:
http://www.avasys.jp/cgi-bin/lx/bbs/en/laser-bbs/hyperbbs.cgi?mode=view;Code=179

It looks like something that ships with Ubuntu doesn’t work with the C1100 & the source file Epson-ALC1100-filter-1.2.tar.gz doesn’t work with ubuntu (well I can’t get it to work). However the redhat rpm’s DO work if they are converted to deb’s & installed. This is what I did to get mine working.

#1 Install the dependencies (this is important, if you don’t do this it won’t work)

[CODE]sudo aptitude install gcc-3.3-base libstdc++5[/CODE]

From here you can decide to;

OPTION A
install the deb files direct from my site below

[url]http://qld.yi.org/it_i/epson-alc1100-filter_1.2-1_i386.deb[/url]
[url]http://qld.yi.org/it_i/epson-alc1100-filter-cups_1.2-1_i386.deb[/url]

Just double click on EACH of these links, that will invoke the Gdebi package installer & install the files.

Then install the printer normally using System > Administration > Printers (AKA system-config-printer) & hopefully you will be printing happily in seconds:)

OPTION B

you can make your own install files using Alien

Install Alien

[CODE]sudo aptitude install alien [/CODE]

Then go to [url]http://www.avasys.jp/english/linux_e/dl_laser.html[/url]

download these 2 files

For Turbo/RedHat/Fedora (Epson-ALC1100-filter-1.2-0.i386.rpm)
For Turbo/RedHat/Fedora (Epson-ALC1100-filter-cups-1.2-0.i386.rpm)

then from a terminal run
[CODE]
sudo alien Epson-ALC1100-filter-1.2-0.i386.rpm[/CODE]
[CODE]sudo alien Epson-ALC1100-filter-cups-1.2-0.i386.rpm [/CODE]

that will create 2 files

epson-alc1100-filter_1.2-1_i386.deb
epson-alc1100-filter-cups_1.2-1_i386.deb

you can then use dpkg -i to install

[CODE]dpkg -i epson-alc1100-filter_1.2-1_i386.deb[/CODE]
[CODE]dpkg -i epson-alc1100-filter-cups_1.2-1_i386.deb[/CODE]

Then install the printer normally using System > Administration > Printers (AKA system-config-printer) & hopefully you will be now be printing happily:)