…e sticazzi!

Credem: al via portale B2B di Abaxbank, 23 mln investiti
MILANO (MF-DJ)–Abaxbank, banca d’investimento del gruppo Credem, ha lanciato in collaborazione con Accenture il nuovo portale B2B di finanza personale “Winance”, destinato a investitori istituzionali, reti e intermediari finanziari.
Il progetto, ha spiegato l’a.d. di Abaxbank Fabio Arpe, ha avuto una gestazione di 1 anno e 6 mesi e ha richiesto un investimento di 23 mln di euro, ammortizzati su un periodo di 8 anni. “Con Winance -ha aggiunto Arpe- vogliamo mettere in condizione i rivenditori retail di avere a disposizione una fabbrica prodotto all’avanguardia”, assistendoli nella collocazione dei prodotti e garantendo la massima trasparenza con un’informativa accurata. Il portale, attivo da oggi, offre 3 prodotti/servizi: il sistema scambi organizzati (mercato secondario di obbligazioni e derivati cartolarizzati), capital market (mercato primario) e risparmio gestito (distribuzione e collocamento gestioni patrimoniali).
“Il nostro target -ha detto il responsabile della divisione retail di Abaxbank, Carlo Sirtori-

L’arte, l’universo e tutto il resto

In un lungo e affascinante brano, apprentisorcier racconta di come ha cambiato lavoro e soprattutto del software come forma d’arte. Descrive i colleghi frustrati e invidiosi, i pescecani aziendali abbronzati e biancochiomati, il nostro eroe sfatto sulla sedia in un colloquio di cui non gli importa, alla fine, niente. La sua rapsodia sull’arte del software e’ psichedelica, modale, geometrica e appassionata.
Continua a leggere L’arte, l’universo e tutto il resto

Barbari alle porte – the Economist

Da un articolo dell’Economist su Haim Saban, imprenditore tv intenzionato ad acquistare una rete tv britannica:

“I veri pericoli non sono le opinioni politiche dei proprietari stranieri (di TV), ma le concentrazioni di mezzi di comunicazione nelle mani di pochi, stranieri o no. Peggio sono i padroni dei media nazionali troppo vicini al governo. In questo senso, l’impero di televisioni e giornali di Silvio Berlusconi, il primo ministro italiano, rappresenta proprio la minaccia pi