Scrivere un blog anonimo con wordpress e Tor

Riporto da Nazione Indiana:

La libertà di espressione passa anche dalla possibilità di comunicare proteggendo la propria identità, se necessario. Pubblico perciò qui una guida tecnica scritta da Ethan Zuckerman per Global Voices, di cui ho presentato le tecniche durante il convegno e-privacy 2009 a Firenze.

Di Ethan Zuckermanoriginale – traduzione italiana di Jan Reister

Introduzione

Una delle soddisfazioni di lavorare per Global Voices è stata la possibilità di collaborare con persone che esprimono le loro opinioni nonostante le forze che cercano di metterle a tacere. Ho lavorato con autori che volevano scrivere in rete su argomenti politici o personali, ma che per farlo dovevano essere certi che i loro scritti non potessero essere collegati alla loro identità. Questi autori sono attivisti dei diritti umani in decine di paesi, personale umanitario in paesi dal regime autoritario e whistleblower in aziende e governi. Continua a leggere Scrivere un blog anonimo con wordpress e Tor

Non mi piace wordpress 2.5

Sono appena passato da 2.3.3 a wordpress 2.5 qui su monsterlippa. Non sono granché soddisfatto:

  1. la gestione degli articoli non permette di selezionare i pezzi per autore né per stato; se ho un blog di gruppo gli autori fanno fatica a lavorare sui propri pezzi, sia di archivio che in via di pubblicazione;
  2. sempre nella gestione articoli, non compare l’ora di pubblicazione, utile per programmare vari post nell’arco della giornata;
  3. la pagina per scrivere un articolo è stretta, le opzioni (stato, data e ora, trackback, categorie etc) che erano sulla destra sono ora sparpagliate tra la colonna destra e il fondopagina;
  4. l’upload di immagini dal pc è bacato: mi ripete 3 volte ogni immagine, sfasandola e andando fuori dai margini della finestra javascript di upload;
  5. la gestione dei widget rende difficile capire come mettere un widget nella colonna 1 o 2;

Il punto 5 interessa solo me come amministratore, ma i punti 1 2 3 4 significano disagio per gli autori di un blog di gruppo, tante email di spiegazioni, richieste di aiuto.

Per il resto ci sono cose molto positive sul fronte delle funzionalità (migliore editor visuale, media gallery per chi fa foto) e della sicurezza (salted hashes delle password). Ma aspetterò a lungo prima di aggiornare altri siti, specialmente quelli con molto autori.